Coronavirus, lunghe code davanti ai supermercati a Milano

Lunghe code davanti ai supermercati di Milano

Da leggere

Stefano Domenicali è il nuovo capo della Formula 1

L'annuncio era atteso ed è arrivato durante le seconde prove libere del Gran Premio di Sochi, con...

Scuola, sono 400 gli istituti coinvolti per casi da coronavirus

A pochi giorni dalle prime lezioni a scuola, ci sono già 400 istituti che sono stati coinvolti...

Parigi, quattro persone accoltellate di fronte alla vecchia sede di Charlie Hebdo. Fermato un pakistano

Quattro persone sarebbero ferite in maniera grave dopo un accoltellamento a Parigi di fronte alla sede di...

Acquisti

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Migliore lavasciuga 2020: opinioni e guida all’acquisto

Con l'avvento delle asciugatrici casalinghe qualche anno fa, il mercato è diventato denso di offerte di nuovi...

Questa mattina sono segnalate a Milano lunghe code davanti ai supermercati, come era accaduto anche nella giornata di ieri, dopo gli annunci della Regione Veneto, la quale ha vietato l’apertura di alimentari e market nei giorni festivi, creando ancora più confusione tra i cittadini. L’Esselunga di via Fuchè è uno di quelli con maggiore fila indiana da parte dei cittadini, con le prime code davanti al supermercato che sono iniziate alle ore 6.30 del mattino.

Il Governo ha cercato di chiarire che non intende ridurre l’orario di apertura dei supermercati ed alimentari, nonostante le richieste della Lombardia a riguardo. Su questo tema ci sono due correnti di pensiero, c’è chi vorrebbe un’apertura più lunga dei supermercati, come accade in alcuni Paesi del Nord Europa, con aperture fino a tarda notte, per cercare di diluire le persone e non creare folle fuori dai locali.

A Milano la maggior parte dei supermercati chiude alle 20, per questo i cittadini affollano dalle prime ore del mattino i locali, con il picco atteso dalle ore 8, quando la maggior parte dei residenti sarà in fila indiana davanti al negozio, con l’entrata che è a scaglioni, per evitare che troppe persone si ritrovino all’interno.

Per ora non sono segnalati episodi simili in altre città italiane, con alcune che lasciano aperti anche i mercati rionali, dove le persone possono accedere in maniera libera, senza mettersi in fila.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,583FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Stefano Domenicali è il nuovo capo della Formula 1

L'annuncio era atteso ed è arrivato durante le seconde prove libere del Gran Premio di Sochi, con...

Scuola, sono 400 gli istituti coinvolti per casi da coronavirus

A pochi giorni dalle prime lezioni a scuola, ci sono già 400 istituti che sono stati coinvolti in nuovi casi da coronavirus....

Parigi, quattro persone accoltellate di fronte alla vecchia sede di Charlie Hebdo. Fermato un pakistano

Quattro persone sarebbero ferite in maniera grave dopo un accoltellamento a Parigi di fronte alla sede di Charlie Hebdo. La polizia ha...

Premio fino a 300 euro per chi usa la carta di credito

Il Governo ha introdotto un premio fino a 3000 euro per l'utilizzo della carta di credito, a partire dal primo dicembre. Il...

Altri articoli