Coronavirus, lunghe code davanti ai supermercati a Milano

Lunghe code davanti ai supermercati di Milano

Da leggere

Bonus 600 euro, Tridico: riceviamo oltre 100 domande al secondo

"Dall'una di notte alle 8.30 circa,abbiamo ricevuto 300mila domande regolari. Adesso stiamo ricevendo 100 domande al...

Coronavirus, Gualtieri: “Garanzie alle imprese per 500 miliardi”

Il governo si attende di liberare risorse per l'economia reale per almeno 500 miliardi. In vista del...

Coronavirus. Speranza, misure estese almeno fino a Pasqua. Annuncio dopo Consiglio dei Ministri

Con ogni probabilità le misure restrittive per contenere il coronavirus in Italia saranno prorogate fino a...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

SEGUICI SUI SOCIAL

1,889FansLike
2,293FollowersFollow
361FollowersFollow

Questa mattina sono segnalate a Milano lunghe code davanti ai supermercati, come era accaduto anche nella giornata di ieri, dopo gli annunci della Regione Veneto, la quale ha vietato l’apertura di alimentari e market nei giorni festivi, creando ancora più confusione tra i cittadini. L’Esselunga di via Fuchè è uno di quelli con maggiore fila indiana da parte dei cittadini, con le prime code davanti al supermercato che sono iniziate alle ore 6.30 del mattino.

Il Governo ha cercato di chiarire che non intende ridurre l’orario di apertura dei supermercati ed alimentari, nonostante le richieste della Lombardia a riguardo. Su questo tema ci sono due correnti di pensiero, c’è chi vorrebbe un’apertura più lunga dei supermercati, come accade in alcuni Paesi del Nord Europa, con aperture fino a tarda notte, per cercare di diluire le persone e non creare folle fuori dai locali.

A Milano la maggior parte dei supermercati chiude alle 20, per questo i cittadini affollano dalle prime ore del mattino i locali, con il picco atteso dalle ore 8, quando la maggior parte dei residenti sarà in fila indiana davanti al negozio, con l’entrata che è a scaglioni, per evitare che troppe persone si ritrovino all’interno.

Per ora non sono segnalati episodi simili in altre città italiane, con alcune che lasciano aperti anche i mercati rionali, dove le persone possono accedere in maniera libera, senza mettersi in fila.

SEGUICI SUI SOCIAL

1,889FansLike
2,293FollowersFollow
361FollowersFollow

Ultime notizie

Bonus 600 euro, Tridico: riceviamo oltre 100 domande al secondo

"Dall'una di notte alle 8.30 circa,abbiamo ricevuto 300mila domande regolari. Adesso stiamo ricevendo 100 domande al...

Coronavirus, Gualtieri: “Garanzie alle imprese per 500 miliardi”

Il governo si attende di liberare risorse per l'economia reale per almeno 500 miliardi. In vista del decreto di aprile, l'annuncio arriva...

Coronavirus. Speranza, misure estese almeno fino a Pasqua. Annuncio dopo Consiglio dei Ministri

Con ogni probabilità le misure restrittive per contenere il coronavirus in Italia saranno prorogate fino a Pasqua. Lo ha rivelato ieri...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 30 marzo: 11.591 morti totali, 101 mila positivi

Il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, ha fornito gli ultimi dettagli sul coronavirus di questa giornata. Ci sarebbero alcuni segnali di...

Coronavirus, “pieni poteri” ad Orban in Ungheria: polemiche

L'opposizione ungherese ha polemizzato per le misure prese dal premier Victor Orban, che ha chiesto ed ottenuto dal Parlamento i "pieni poteri"....
realizzazione siti web economici wolfseo

Altri articoli