Eurogruppo, trovato l’accordo su Mes, Bei, SURE. No ad Eurobond

Soddisfazione di tutti i ministri delle Finanze

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 31 maggio: +355 contagiati, ma 20 mila tamponi in meno

I dati di oggi sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Il...

Crew Dragon è arrivata sull’Iss: primo veicolo privato a farlo

La navicella spaziale Crew Dragon, realizzata dalla SpaceX di Elon Musk, è arrivata alla Stazione Spaziale Internazionale,...

Film stasera in TV – 31 maggio

Questa sera ci sono diversi popolari in TV, sia sui canali Rai e Mediaset in chiaro, sia...
Andrea Palci
Laureato in Economia, esperto di politica, economia, sondaggi elettorali ed altri argomenti economici legati alla politica nazionale ed internazionale. Nato a Roma con interesse anche per scienza e spettacoli. -- via Nomentana 21 00161, Roma -- tel 393 4439344

È stato trovato l’accordo all’Eurogruppo, che si è tenuto nella serata di ieri, con un rinvio all’inizio previsto per le ore 17. Si è trovato un compromesso tra le due posizioni, ma non ci saranno gli Eurobond, tanto chiesti dal premier Conte. L’accordo soddisfa tutti i Paesi, con il ministro olandese che ha dato le informazioni legate alla condizionalità sul Mes, ritenendo la clausola “giusta” e che va nella direzione della solidarietà. L’Italia potrà chiedere fino a 36 miliardi di euro di prestito al Mes per le spese legate al SSN in merito all’emergenza Covid-19. “La linea di credito sarà disponibile fino alla fine dell’emergenza coronavirus”, questo si legge sul Mes, il fondo Salva-Stati che ora viene utilizzato per finanziare un particolare settore.

Cosa prevede l’accordo

  • Utilizzo del Mes fino al 2% del Pil nazionale, condizionato all’utilizzo delle risorse per le spese dirette ed indirette del sistema sanitario nazionale. Valore complessivo 500 miliardi di euro
  • Utilizzo del SURE, 100 miliardi di euro per la disoccupazione europea
  • Utilizzo della Bei (Banca di investimenti europea), 200 miliardi per il sostegno alle imprese
  • Fondo “Recovery”, da discutere al Consiglio UE, da finanziare con “strumenti innovativi”

Soddisfatti Gualtieri e Gentiloni

Il ministro dell’Economia italiano, Roberto Gualtieri, si è detto soddisfatto dell’accordo raggiunto, parlando di “bond sul tavolo”, facendo riferimento al fondo “Recovery” che andrà discusso in sede di Consiglio, ma con il ministro olandese che ha già ribadito il loro no agli Eurobonds. “Ci batteremo per realizzare queste misure”, ha detto Gualtieri.

Il ministro francese Bruno Le Maire ha definito l’accordo “eccellente” con 500 miliardi di euro disponibili fin da subito per l’emergenza sanitaria. La Merkel aveva già ribadito la posizione tedesca nella giornata di ieri, con il no agli Eurobond.

SEGUICI SUI SOCIAL

2,562FansLike
2,358FollowersFollow
385FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 31 maggio: +355 contagiati, ma 20 mila tamponi in meno

I dati di oggi sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Il...

Crew Dragon è arrivata sull’Iss: primo veicolo privato a farlo

La navicella spaziale Crew Dragon, realizzata dalla SpaceX di Elon Musk, è arrivata alla Stazione Spaziale Internazionale, dopo la partenza di ieri...

Film stasera in TV – 31 maggio

Questa sera ci sono diversi popolari in TV, sia sui canali Rai e Mediaset in chiaro, sia per gli abbonati Sky che...

La Grecia riaprire i confini all’Italia, ma test per gli arrivi da quattro regioni

La Grecia ha riaperto i confini dopo le polemiche dei giorni scorsi, per non aver inserito l'Italia tra i paesi che potranno...

Roma, cade aereo ultraleggero: due morti

Un aereo ultraleggero è precipitato oggi intorno alle ore 10 vicino la scuola di volo "Crazy Fly" di Nettuno, in via Avezzano....

Altri articoli