Copie pirata di giornali e riviste, la Procura sequestra 19 canali Telegram

Sequestro di 19 canali che diffondevano copie pirata di quotidiani e riviste

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 29 settembre: tornano ad aumentare i casi (+1.648). Salgono i decessi (24)

I dati di oggi 29 settembre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Attentato Parigi, il terrorista aveva 25 anni ed era arrivato nel 2018 passando per l’Italia

Secondo quanto riportato dalle autorità francesi, l'autore dell'attentato dello scorso 25 settembre a Parigi, che inizialmente era...

Conte: “Tridico merita il suo stipendio. Manca la cassa integrazione, lavori anche di notte”

Il premier Conte è tornato sulla questione legata al presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, definendo il suo operato...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

La Procura di Bari ha sequestrato 19 canali Telegram che diffondevano copie pirata di quotidiani e riviste a centinaia di migliaia di utenti ogni giorno. Venivano pubblicati quotidiani, riviste e libri che gli utenti potevano scaricare liberamente dalla chat di gruppo. La Procura ha spiegato che in mancanza di collaborazione della piattaforma di Telegram, si andrà al “blocco di accesso” da parte dei provider italiani. Si stima siano 2 milioni di italiani coloro che risultano iscritti ai canali “pirata” dei quotidiani.

Il Nucleo di polizia finanziaria è al lavoro nella sede dell’Agcom per notificare il sequestro dei canali Telegram. Il procuratore aggiunto, Roberto Rossi, ha contestato a Telegram ed ai suoi gestori, che sono “da identificare”, dei reati in materia di diritto d’autore. Venivano pubblicati i pdf dei giornali e delle riviste, che venivano acquisite in maniera illecita.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,590FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 29 settembre: tornano ad aumentare i casi (+1.648). Salgono i decessi (24)

I dati di oggi 29 settembre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Attentato Parigi, il terrorista aveva 25 anni ed era arrivato nel 2018 passando per l’Italia

Secondo quanto riportato dalle autorità francesi, l'autore dell'attentato dello scorso 25 settembre a Parigi, che inizialmente era stato comunicato come 18enne, avrebbe...

Conte: “Tridico merita il suo stipendio. Manca la cassa integrazione, lavori anche di notte”

Il premier Conte è tornato sulla questione legata al presidente dell'Inps, Pasquale Tridico, definendo il suo operato "adeguato". Però ha poi aggiunto:...

Terrorismo, arrestata Alice Brignoli, foreign fighter italiana

I carabinieri hanno arrestato Alice Brignoli con l'accusa di associazione con finalità di terrorismo internazionale. I carabinieri del Ros l'hanno individuata in...

Altri articoli