Bce, Lagarde: “Non consentiremo frammentazione Eurozona. Perdite attese tra il 5 e 12 per cento”

Christine Lagarde ha spiegato le misure prese dalla Bce

ACQUISTI

Oggi si è tenuto il consiglio direttivo della Bce, che si è concluso con una conferenza stampa presieduta dalla presidente Christine Lagarde, che ha risposto anche alle domande sullo spread italiano. “L’Eurozona è di fronte ad una contrazione economica senza precedenti – ha dichiarato la Lagarde – quest’anno il Pil della zona euro potrebbe calare tra il 5 ed il 12 per cento”. Le stime sembrano in linea con quelle del primo trimestre già uscite per Germania ed Italia, con quest’ultima che secondo l’Istat ha già acquisito una perdita su base annua per il 2020 pari al 4,9%, a causa delle chiusure dal 22 febbraio in poi ed al calo dei consumi.

“La Bce si impegna a fare tutto quello che è necessario ed ad utilizzare tutta la sua flessibilità”, ha dichiarato Christine Lagarde, spiegando come le misure da 540 miliardi in arrivo dall’Eurogruppo sono accolte in maniera positiva, dal fondo Sure al Mes e la Bei. Inoltre si punta alla “creazione di un recovery fund senza precedenti” da parte della Banca centrale europea.

Christine Lagarde ha spiegato che non si ricorrerà all’Omt, il sistema anti-spread mirato ad un singolo paese, ma che si utilizzerà lo strumento generale e da poco varato denominato “Pepp”. “I rendimenti dei titoli di Stato emessi dai governo riscontrano quanto fatto dalla Bce. Lo continueremo a fare, non tollereremo nessun rischio frammentazione nella zona euro”, ha sottolineato la presidente della Bce.

SEZIONI

Ultime notizie

Governo ultimissime, Italia Viva perde un deputato. De Filippo torna al PD

Italia Viva ha perso un deputato nelle ultime ore, si tratta di Vito De Filippo, che torna tra le...