Napoli, violenta esplosione in fabbrica di plastiche di Ottaviano: un morto

Una persona è morta ed un'altra è in gravissime condizioni

Da leggere

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Acquisti

Le migliori Cuffie In-Ear con Cavo del 2020, guida all’acquisto

Uno dei segmenti di cuffie più ambiti e ricercati è quello "in-ear", che al suo interno ha...

Samsung Galaxy S20 e Note 20 Ultra 5G, smartphone top di gamma con fotocamera da 108MP

Oggi è stato ufficializzato il nuovo Samsung Galaxy S20 Ultra, che aggiunge nuove funzionalità al già presente...

Miglior climatizzatore senza unità esterna 2020, prezzi e confronto dei modelli

Con l'arrivo dell'estate sono iniziati gli acquisti dei climatizzatori, con un boom delle vendite per quelli senza...

Una violenta esplosione è stata segnalata in una fabbrica di plastiche di Ottaviano, in provincia di Napoli. Una persona sarebbe deceduta, come riportato dalle autorità, mentre un’altra sarebbe in gravissime condizioni ed è stata portata all’ospedale Cardarelli di Napoli in codice rosso. L’azienda aveva riaperto ieri per la “Fase 2” ed ancora non è chiaro il motivo che ha portato all’incendio.

Si tratta della fabbrica Adler Plastic, dove lavorano oltre 70 persone, tra gli operai e gli impiegati degli uffici. Secondo quanto riportato sarebbe crollata una parte destinata agli uffici. I vigili del fuoco stanno ancora spegnendo le fiamme, che sono però state domate rispetto ai primi momenti, con il fumo che è visibile a distanza di chilometri nella zona vesuviana. Anche il rumore dell’esplosione è stato sentito nei comuni vicini, con alcuni dipendenti che hanno parlato di “scenario apocalittico”. Tra le ipotesi che sono state formulate, c’è l’esplosione dei una bombola di gas che si trovava all’interno della fabbrica. Il sindaco di Somma Vesuviana ha invitato la popolazione a tenere le finestre chiuse: “Evitare gli spostamenti verso l’esterno”.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,555FansLike
2,360FollowersFollow
394FollowersFollow

Ultime notizie

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto il bonus da 600 euro,...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è...

Bonus 600 euro, Garante: “Inps fornisca i nomi, privacy dei politici più debole”

Il Garante della Privacy si è espresso in merito alla pubblicazione dei dati dei parlamentari che avrebbero ottenuto il bonus da 600...

Altri articoli