Napoli, violenta esplosione in fabbrica di plastiche di Ottaviano: un morto

Una persona è morta ed un'altra è in gravissime condizioni

ACQUISTI

Una violenta esplosione è stata segnalata in una fabbrica di plastiche di Ottaviano, in provincia di Napoli. Una persona sarebbe deceduta, come riportato dalle autorità, mentre un’altra sarebbe in gravissime condizioni ed è stata portata all’ospedale Cardarelli di Napoli in codice rosso. L’azienda aveva riaperto ieri per la “Fase 2” ed ancora non è chiaro il motivo che ha portato all’incendio.

Si tratta della fabbrica Adler Plastic, dove lavorano oltre 70 persone, tra gli operai e gli impiegati degli uffici. Secondo quanto riportato sarebbe crollata una parte destinata agli uffici. I vigili del fuoco stanno ancora spegnendo le fiamme, che sono però state domate rispetto ai primi momenti, con il fumo che è visibile a distanza di chilometri nella zona vesuviana. Anche il rumore dell’esplosione è stato sentito nei comuni vicini, con alcuni dipendenti che hanno parlato di “scenario apocalittico”. Tra le ipotesi che sono state formulate, c’è l’esplosione dei una bombola di gas che si trovava all’interno della fabbrica. Il sindaco di Somma Vesuviana ha invitato la popolazione a tenere le finestre chiuse: “Evitare gli spostamenti verso l’esterno”.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 20 gennaio: oltre 13 mila casi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 20 gennaio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...