Coronavirus, scontro governo e Regioni sulle riaperture

Oggi le decisioni sulle aperture regionali

ACQUISTI

Oggi ci sarà un altro Consiglio dei Ministri per decidere sulle riaperture che ci dovranno essere da lunedì prossimo 18 maggio. Ci sono da risolvere i problemi portati dal Comitato tecnico-scientifico, con le ultime aperture delle attività commerciali che sono in dubbio in alcune Regioni. Alcune strutture hanno minacciato di restare chiuse, dopo la bocciatura di Confesercenti e ristoranti dei protocolli messi a punto da Inal e l’Istituto Superiore della Sanità, che non consentirebbero di avere delle entrate.

Possibile l’apertura differenziata secondo gli ultimi dati, con i contagi che nella giornata di ieri sono tornati a salire. Deciderà il ministro della Salute, in coordinamento con il ministro agli Affari Regionali, Francesco Boccia. Possibile che venga accantonata l’autocertificazione per gli spostamenti all’interno della Regione, con la possibilità di andare a trovare gli amici che è al vaglio del governo con il comitato tecnico-scientifico.

Non è detto si riesca a trovare un accordo nella giornata di oggi e le decisioni potrebbero essere rinviate al weekend.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bologna zona rossa da giovedì, Ancona da mercoledì

Decise le nuove zone rosse per fronteggiare l'aumento dei casi da coronavirus, come evidenziato anche nel bollettino nazionale di...