Coronavirus, gli esperti: “Un metro al chiuso non è abbastanza”

Allarme sulla distanza da mantenere in luoghi chiusi

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 25 settembre: quasi 2 mila nuovi casi positivi

I dati di oggi 25 settembre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Scuola, circolare di Speranza: “Subito tampone con sintomi sospetti”

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha emesso una circolare per quanto riguarda i tamponi per il...

Stefano Domenicali è il nuovo capo della Formula 1

L'annuncio era atteso ed è arrivato durante le seconde prove libere del Gran Premio di Sochi, con...

Acquisti

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Migliore lavasciuga 2020: opinioni e guida all’acquisto

Con l'avvento delle asciugatrici casalinghe qualche anno fa, il mercato è diventato denso di offerte di nuovi...

Gli esperti hanno lanciato l’allarme sulle distanze di sicurezza da tenere nei luoghi pubblici e nei luoghi chiusi, considerata la riapertura che ci sarà a partire dalla giornata di domani, con la possibilità per bar, ristoranti ed altri servizi di riaprire le attività. C’è una differenza di rischio a seconda se il luogo dove si svolge l’attività sia al chiuso od all’aperto. Secondo quanto riferito da Carlo Signorelli, professore di igiene al San Raffaele di Milano, la distanza di un metro in luoghi chiusi non è abbastanza: “Le goccioline di acqua che escono dal corpo possono raggiungere una distanza molto ampia, superiore al metro. Oltre i due metri è più trascurabile”.

Questo significa che i rischi per le aperture attuali permangono, visto che il governo ha fissato una distanza di un metro al ristorante, anche per venire incontro ai ristoratori, che altrimenti avrebbero avuto più problemi a riaprire, con già 4 imprese su 10 che non riapriranno da domani, come comunicato da Confesercenti.

Si raccomanda l’utilizzo delle mascherine anche in casa, se ci fosse una distanza di meno di due metri. Una stima ha riscontrato che il 30% degli attuali contagi si è evoluto in ambiente domestico.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,585FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 25 settembre: quasi 2 mila nuovi casi positivi

I dati di oggi 25 settembre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Scuola, circolare di Speranza: “Subito tampone con sintomi sospetti”

Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha emesso una circolare per quanto riguarda i tamponi per il ritorno a scuola. Secondo quanto...

Stefano Domenicali è il nuovo capo della Formula 1

L'annuncio era atteso ed è arrivato durante le seconde prove libere del Gran Premio di Sochi, con Stefano Domenicali che prenderà il...

Scuola, sono 400 gli istituti coinvolti per casi da coronavirus

A pochi giorni dalle prime lezioni a scuola, ci sono già 400 istituti che sono stati coinvolti in nuovi casi da coronavirus....

Altri articoli