Sfiducia a Bonafede, i voti di Renzi incerti

Domani i voti al Senato per la sfiducia a Bonafede

ACQUISTI

Domani si terrà la votazione sulla mozione di sfiducia al ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede, che chiederà i voti in Aula al Senato, dove la maggioranza ha i numeri più “ridotti” e sarà decisiva la posizione di Italia Viva, che ancora non ha deciso e comunicato il suo voto.

Possibile anche che Italia Viva possa presentare al premier Conte, come ha anticipato Repubblica, una lista di “cose da fare” per la prosecuzione del Governo, con il nome di Gennaro Migliore come sottosegretario alla Giustizia.

Favorevole alla permanenza come ministro sia il Movimento 5 Stelle che il PD, che convegono sulla figura di Bonafede come Guardiasigilli e non ritengono sia a rischio. Oggi il segretario del PD, Nicola Zingaretti, ha dichiarato: “Non mi aspetto sgambetti da Renzi”, con riferimento ai voti sulla sfiducia di Bonafede, che era stato scelto dal primo Governo Conte ed in quota M5S.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 giugno: mille casi positivi. Altri 28 morti

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 24 giugno sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img