Prestito FCA, la situazione ed il tema della sede legale

Prosegue l'iter del prestito di FCA, criticato da alcuni partiti

Da leggere

Francia, si è dimesso il premier Edouard Philippe

Il premier francese Edouard Philippe ha presentato le dimissioni per il suo governo in Francia, come comunicato...

Graziano Mesina è sparito dopo la condanna

Dopo la sentenza della Cassazione della giornata di ieri, che prevedeva il suo ritorno in carcere, a...

Coronavirus nel mondo, sono stati raggiunti gli 11 milioni di contagiati

In tutto il mondo ci sono 11 milioni di positivi dall'inizio dell'epidemia da Covid-19, con 524 mila...
Lenovo

Nonostante le polemiche delle scorse settimane, il prestito chiesto da FCA a Banca Intesa Sanpaolo da 6,3 miliardi di euro sta proseguendo il suo iter, con il Consiglio di Amministrazione dell’istituto di credito che si riunirà tra pochi giorni per decidere sul prestito. Successivamente ci saranno dei passaggi legati a SACE, che è legata alla garanzia dell’80% statale, ed al governo, con ulteriori polemiche che si potrebbero generare, anche se la richiesta di FCA rientra in quanto previsto dal decreto Liquidità.

Il Governo italiano vorrebbe chiedere a FCA più investimenti in Italia ed una garanzia di non spostare alcuni stabilimenti dopo la fusione con Peugeot.

La sede legale di FCA

Ha fatto molto scalpore l’accusa di alcuni esponenti politici, come per esempio il vicesegretario del PD, Andrea Orlando, che ha messo in discussione gli investimenti in Italia di FCA, citando la sede legale, in Olanda.

Effettivamente la sede legale risulta in Olanda, mentre quella fiscale di FCA è in Regno Unito. Il prestito, però, è stato chiesto da FCA Italy, cioè una controllata del gruppo, che ha stabilimenti e posti di lavoro in Italia. Si stimano circa 40 mila dipendenti diretti per FCA Italia e 400 mila per l’indotto. Questa è stata la posizione iniziale di FCA, che nel comunicato nel quale annunciava la volontà di richiedere un prestito con garanzia statale aveva affermato di chiederlo per i pagamenti dei fornitori, durante un periodo di crisi che ha colpito tutto il settore dell’auto, causa coronavirus.

Il tema dei dividendi

Un altro punto di vista sulla vicenda è quello di Carlo Calenda, esponente di Azione, che ha posto la problematica legata ai dividendi, che FCA dovrà erogare come da accordi con Psa per la fusione e che ammontano a 5,5 miliardi di euro. Secondo l’ex ministro, favorevole al prestito, si dovrebbe impedire a FCA di utilizzare i 6,3 miliardi per erogare dei dividendi il prossimo anno, mentre nel decreto è previsto il blocco dei dividendi per il 2020.

SEGUICI SUI SOCIAL

3,926FansLike
2,360FollowersFollow
389FollowersFollow

Ultime notizie

Francia, si è dimesso il premier Edouard Philippe

Il premier francese Edouard Philippe ha presentato le dimissioni per il suo governo in Francia, come comunicato...

Graziano Mesina è sparito dopo la condanna

Dopo la sentenza della Cassazione della giornata di ieri, che prevedeva il suo ritorno in carcere, a 78 anni, Graziano Mesina, ex...

Coronavirus nel mondo, sono stati raggiunti gli 11 milioni di contagiati

In tutto il mondo ci sono 11 milioni di positivi dall'inizio dell'epidemia da Covid-19, con 524 mila morti globalmente. Negli Stati Uniti...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 2 luglio: tornano ad aumentare morti e positivi

I dati di oggi 2 luglio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Si è mostrato un...

Altri articoli