Renault, taglio di 15 mila dipendenti

Licenziamenti per l'8% della forza lavoro di Renault

ACQUISTI

L’azienda francese Renault, colosso nel settore auto, ha deciso di imitare la Nissan e tagliare la produzione e i suoi dipendenti, a fronte di un calo delle immatricolazioni totale negli ultimi mesi, con un -95% solo in Italia. Ci sarà un licenziamento collettivo di 15 mila persone, di cui 4.600 in Francia, che corrispondono all’8% del totale dei dipendenti, che sono circa 180 mila in tutto il mondo.

Secondo quanto ha comunicato Renault questi licenziamenti porteranno risparmi per 2 miliardi di euro. Nei giorni scorsi Macron aveva annunciato un piano di sostegno al settore auto di 8 miliardi di euro. C’è anche da sottolineare come lo Stato francese sia all’interno di Renault, con una quota del 15%.

In Francia c’è malumore per la chiusura di quattro fabbriche, con il ministero dell’Economia che è sotto accusa per i sostegni che Renault ha richiesto dopo aver effettuato le chiusure.

“La crisi del settore auto e l’urgenza della transizione ecologica sono i punti fondamentali attorno ai quali il gruppo Renault ha voluto accelerare la sua trasformazione”, queste le parole ufficiale dell’azienda che ha pubblicato un comunicato. Inoltre ha messo in bilancio 800 milioni di euro da ricavare da un miglioramento dell’efficienza ed una riduzione dei costi.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Migranti, hotspot di Lampedusa pieno: oltre 1.700 persone ospitate

Il centro di accoglienza di Lampedusa è in difficili condizioni, dopo gli arrivi delle ultime 24 ore, con circa...
spot_img