Truffa ai fan di Vasco Rossi, sequestrati 8 siti web

Truffa a 1.400 persone per i biglietti di Vasco Rossi

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 28 settembre: calano i nuovi casi (+1.492), ma metà dei tamponi

I dati di oggi 28 settembre sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Sondaggi politici oggi 28 settembre, la Lega perde un punto percentuale

Secondo gli ultimi sondaggi politici realizzati da Termometro Politico, i primi post-voto, la Lega avrebbe perso un...

Coronavirus, rissa a Crema in un supermercato per la mancanza di mascherina

Una rissa nella giornata di domenica è andata in scena in un ipermercato di Crema, con il...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Confermata la truffa ai fan di Vasco Rossi, circa 1.400, che nel 2018 avevano comprato dei biglietti per il tour estivo del musicista. Ora la polizia è riuscita a risalire alle persone che avevano messo online dei siti web che erano uguali a quelli “ufficiali” per la vendita di biglietti. Su questa piattaforma gli utenti si registravano e pagavano, oltre a ricevere un codice, il quale non poteva poi essere utilizzato per entrare. Le indagini erano partite dopo la serata del concerto, quando alcune persone non erano riuscite ad entrare ed i loro codici non erano validi. Il totale dei biglietti era intorno ai 500 mila euro, per un totale di 8 siti web clone che erano online.

Le persone indagate dovranno rispondere di associazione per delinquere, sostituzione di persona, turbativa della libertà dell’industria e del commercio, contraffazione del marchio, indebito utilizzo di carte di credito e truffa continuata. I biglietti erano destinati al tour “Non stop live 2018”, che aveva visto arrivare fino a 455 mila spettatori. Secondo quanto riportato le vittime pensavano di essere sul sito della Best Union Company, che fa riferimento al sito vivaticket.it. Sito che non era quello ufficiale, come non ufficiale anche il codice ricevuto via mail, che non permise di entrare.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,592FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 28 settembre: calano i nuovi casi (+1.492), ma metà dei tamponi

I dati di oggi 28 settembre sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Sondaggi politici oggi 28 settembre, la Lega perde un punto percentuale

Secondo gli ultimi sondaggi politici realizzati da Termometro Politico, i primi post-voto, la Lega avrebbe perso un punto percentuale rispetto all'ultima rilevazione,...

Coronavirus, rissa a Crema in un supermercato per la mancanza di mascherina

Una rissa nella giornata di domenica è andata in scena in un ipermercato di Crema, con il video che è diventato virale...

Concorso straordinario della scuola: si terrà il 22 ottobre

Il concorso straordinario della scuola per i docenti delle medie e superiori si terrà il 22 ottobre. Sarà destinato ai docenti con...

Altri articoli