Zona rossa in Lombardia, la Procura interrogherà Conte, Speranza e Lamorgese

I pm sentiranno Conte, Speranza e Lamorgese come persone informate sui fatti

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 28 settembre: calano i nuovi casi (+1.492), ma metà dei tamponi

I dati di oggi 28 settembre sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Sondaggi politici oggi 28 settembre, la Lega perde un punto percentuale

Secondo gli ultimi sondaggi politici realizzati da Termometro Politico, i primi post-voto, la Lega avrebbe perso un...

Coronavirus, rissa a Crema in un supermercato per la mancanza di mascherina

Una rissa nella giornata di domenica è andata in scena in un ipermercato di Crema, con il...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

La Procura di Bergamo interrogherà, come persone informate sui fatti, il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, il ministro della Salute, Roberto Speranza e la ministra dell’Interno, Luciana Lamorgese. I pm interrogheranno le tre persone responsabili in maniera diretta della gestione coronavirus all’interno del governo, dopo aver già sentito il governatore della Lombardia, Attilio Fontana, e l’assessore Giulio Gallera.

Si vuole capire cosa accadde alla fine di febbraio e le decisioni prese il 7 marzo sull’istituzione di una zona rossa in tutta la Lombardia. Fontana aveva dichiarato che la decisione spettava al governo, come ribadito anche dalla procuratrice Maria Cristina Rota: “Da quanto ci risulta è stata una decisione governativa. Abbiamo il dovere di rendere giustizia”. A queste parole aveva risposto Palazzo Chigi: “Possono farlo anche le Regioni, come avvenuto in altri casi”.

Le prime zone rosse, quelle di Codogno e Vo’ Euganeo, furono istituite dal Governo. Sempre l’esecutivo l’8 marzo decise di trasformare tutta la Lombardia ed altre province in zona rossa. L’11 marzo poi tutta Italia venne definita “zona protetta”. L’audizione verterà sulla mancata istituzione della zona rossa per Alzano Lombardo e Nembro.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,592FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 28 settembre: calano i nuovi casi (+1.492), ma metà dei tamponi

I dati di oggi 28 settembre sul coronavirus sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...

Sondaggi politici oggi 28 settembre, la Lega perde un punto percentuale

Secondo gli ultimi sondaggi politici realizzati da Termometro Politico, i primi post-voto, la Lega avrebbe perso un punto percentuale rispetto all'ultima rilevazione,...

Coronavirus, rissa a Crema in un supermercato per la mancanza di mascherina

Una rissa nella giornata di domenica è andata in scena in un ipermercato di Crema, con il video che è diventato virale...

Concorso straordinario della scuola: si terrà il 22 ottobre

Il concorso straordinario della scuola per i docenti delle medie e superiori si terrà il 22 ottobre. Sarà destinato ai docenti con...

Altri articoli