Istat, 101mila occupati in meno nel primo trimestre

I dati di aprile 2020 mostrano una perdita di quasi 300mila posti di lavoro

ACQUISTI

Secondo le stime fornite dall’Istat sul primo trimestre 2020, ci sono dei cali nell’occupazione dovuti alla crisi da coronavirus. Se si considerano le ore lavorate la diminuzione è del 7,5% rispetto al trimestre precedente, mentre sale al -7,7% se si considera il primo trimestre 2019. Il Pil 2020 ha subito un calo nel primo trimestre del 5,3% secondo le rilevazioni dell’Istat.

Le persone occupate sono calate di 101mila unità, pari allo 0,4% del totale, mentre c’è un aumento dei dipendenti a tempo indeterminato. Il tasso di occupazione è sceso al 58,8%, con una perdita di due decimali rispetto al trimestre precedente.

Peggiori i dati di aprile

Se si considerano anche i dati di aprile 2020, questo calo aumenta a 274mila unità, con una perdita di oltre un punto percentuale rispetto al mese di marzo 2020, con il tasso di occupazione che scende al 57,9% in un mese.

Gli inattivi del primo trimestre sono stati stimati in 260mila quelli che si sono aggiunti per l’emergenza da Covid-19.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 20 gennaio: oltre 13 mila casi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 20 gennaio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...