Inps, Tridico: “Al 31 maggio solo 25 mila non hanno ricevuto la Cig”

Tridico ha spiegato come ha funziona la Cig durante l'epidemia

ACQUISTI

Il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, ospite della trasmissione “Mezz’ora in più” su Rai Tre, ha parlato della situazione legata alla cassa integrazione in deroga, il meccanismo scelto dal governo per dare sostegno ai lavoratori ed alle imprese. Tridico è stato attaccato, anche dalla maggioranza e da Matteo Renzi, per i ritardi con i quali l’Inps ha erogato la cassa integrazione. Oggi ha spiegato che alla data del 31 maggio solo 25 mila lavoratori non avevano ricevuto la cassa integrazione richiesta.

C’è però da sottolineare come quasi la metà delle Cig richieste sia stata anticipata dalle aziende. Per molti esponenti politici questo è un controsenso, visto che il meccanismo era stato varato per dare un sostegno nel periodo Covid alle imprese, che invece ora si vedono costrette ad anticipare le somme richieste all’Inps, ricevendo, in futuro, una restituzione del dovuto per “compensazione” fiscale. Una delle personalità politiche che si è scagliata contro il meccanismo di cassa integrazione è stato il leader di Azione, Carlo Calenda.

“Sono state erogate 11 milioni di Cig, per un valore totale di 15 miliardi di euro. La Cig è stata pagata in gran parte dall’Inps e per 4,7 milioni di persone è stata anticipata dalle aziende. Si tratta di una regola che le aziende le anticipino, sono soldi che rientreranno attraverso i contributi che non pagheranno”, questa la posizione di Tridico sulla questione.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 14 giugno: meno di mille casi. Netto calo dei tamponi

I dati di oggi 14 giugno sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img