Mondragone, fuga di persone dalla quarantena. De Luca invia l’esercito

ACQUISTI

Oltre 50 persone non sarebbero più rintracciabili nella città di Mondragone, dove dal 22 giugno è stata istituita una zona rossa a causa di un focolaio nel complesso residenziale ex Cirio. Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha chiesto l’intervento dell’esercito, che è stato inviato dalla ministra Lamorgese, per cercare di mantenere le persone all’interno della zona rossa.

Si tratterebbe di cittadini bulgari, che hanno fatto perdere le loro tracce e sono già andati altrove, creando il panico nella popolazione. Secondo quanto è stato riferito molti sono braccianti che vengono sfruttati da caporali di nazionalità bulgara. Questa mattina oltre 50 persone hanno lasciato la zona rossa, con i cittadini che sono scesi in piazza per protestare per la situazione.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Migranti, hotspot di Lampedusa pieno: oltre 1.700 persone ospitate

Il centro di accoglienza di Lampedusa è in difficili condizioni, dopo gli arrivi delle ultime 24 ore, con circa...
spot_img