Terni, metadone venduto per 15 euro ai ragazzi

I due ragazzi avevano assunto metadone prima di morire

ACQUISTI

Emergono nuovi dettagli sul caso di Terni, con l’indagato Aldo Maria Romboli, 41 anni, che ha ammesso di aver venduto per 15 euro una bottiglia di acqua con metadone ai due ragazzi morti nei giorni scorsi. Ora l’uomo è stato fermato con l’accusa di omicidio.

Secondo quanto riportato dalle autorità i due ragazzi avrebbero assunto insieme il metadone, in un parco vicino all’abitazione di uno dei due. L’indagato avrebbe venduto già in passato dell’acqua con metadone ad altri ragazzi, morti poi nel sonno. Il legale dell’uomo lo ha definito “distrutto” dall’accaduto.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 20 gennaio: oltre 13 mila casi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 20 gennaio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...