Superbonus 110%, sì alle seconde case e nuovi tetti di spesa

Sì alle seconde case per il superbonus

Da leggere

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Acquisti

Le migliori Cuffie In-Ear con Cavo del 2020, guida all’acquisto

Uno dei segmenti di cuffie più ambiti e ricercati è quello "in-ear", che al suo interno ha...

Samsung Galaxy S20 e Note 20 Ultra 5G, smartphone top di gamma con fotocamera da 108MP

Oggi è stato ufficializzato il nuovo Samsung Galaxy S20 Ultra, che aggiunge nuove funzionalità al già presente...

Miglior climatizzatore senza unità esterna 2020, prezzi e confronto dei modelli

Con l'arrivo dell'estate sono iniziati gli acquisti dei climatizzatori, con un boom delle vendite per quelli senza...

Sono stati effettuati dei cambiamenti riguardanti il Superbonus del 110%, che ora riguarderà sia le prime sie le seconde case, con tetti di spesa più bassi per gli interventi in condominio. Si potrà accedere al bonus attraverso uno sconto in fattura od una cessione del credito, che vale anche per le ristrutturazioni ed il bonus facciate.

Seconde case

Con la conversione in legge si passerà alle detrazioni anche per tutti gli immobili del condominio, comprese le seconde case. Inoltre è stato introdotto un tetto di spesa per gli immobili che sono all’interno di un condominio, con un massimo di 50 mila euro per gli edifici singoli, 40 mila euro per massimo 8 immobili e 30 mila euro per gli altri.

Come utilizzare il superbonus al 110 per cento

Questo sconto del 110% è da poter chiedere con sconto in fattura, ma non può superare in questo caso l’importo dovuto alla ditta. Dunque per un lavoro da 100 mila euro non è possibile ottenere in fattura il 10% aggiuntivo, ma semplicemente si potranno effettuare i lavori senza pagare. In alternativa è possibile accettare la cessione del credito, che si potrà eventualmente rivendere ad un istituto bancario.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,556FansLike
2,360FollowersFollow
394FollowersFollow

Ultime notizie

Napoli, chiusa “la Sonrisa”. Positivo un dipendente del Castello dopo il test

La nota struttura "La Sonrisa", il Castello per le cerimonie di Sant'Antonio Abate, è stata chiusa in...

Bonus 600 euro, Diego Sarno (PD): “Non pensavo fosse arrivato il bonus, devoluto in beneficienza”

Spunta anche un nome di un consigliere regionale del Piemonte, Diego Sarno, quota PD, che avrebbe ricevuto il bonus da 600 euro,...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 agosto: altri 412 casi positivi, aumento delle terapie intensive

I dati di oggi 11 agosto sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è...

Bonus 600 euro, Garante: “Inps fornisca i nomi, privacy dei politici più debole”

Il Garante della Privacy si è espresso in merito alla pubblicazione dei dati dei parlamentari che avrebbero ottenuto il bonus da 600...

Altri articoli