Coronavirus, vaccino Oxford: forte risposta immunitaria

Primi test positivi per il vaccino anti-Covid

Da leggere

Pensioni, Conte: “Stop a Quota 100”. Apertura a nuove riforme

Il presidente del Consiglio, intervistato al Festival dell'Economia di Trento, ha annunciato la fine di Quota 100...

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

Coronavirus nel mondo oggi 27 settembre, aumento dei casi in Europa

Aumento dei casi in Europa oggi 27 settembre, con la Spagna che ha il maggior numero di...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Arrivano i primi risultati legati al vaccino anti-coronavirus prodotto dallo Jenner Institute della Oxford University e denominato ChAdOx1, e sembrano essere positivi. C’è stata una collaborazione con l’azienda italiana Irbm, con sede a Pomezia, come è stato più volte annunciato nei mesi scorsi.

Ne ha dato notizia la stessa Oxford University: “Il vaccino ha indotto una forte risposta immunitaria fino al 56esimo giorno della sperimentazione”, questa la posizione ufficiale sul vaccino che è in fase di test.

C’è il tema della durata dell’immunità: questo perché anche persone che sono rimaste affette da Covid-19 sembra che dopo circa 3 mesi perdano i loro valori immunitari e siano di nuovo esposte. Anche per questo nessun paese ha portato avanti la strategia dell’immunità di gregge, inizialmente stimata al 60% con dichiarazioni ufficiali da parte di Regno Unito e Germania.

I risultati sono stati pubblicati dalla rivista Lancet e fanno riferimento alle prime due fasi della sperimentazione, che ha visto il coinvolgimento di 1.077 persone adulte in salute. Nelle conclusioni dello studio si precisa che sono necessari ulteriori studi per capire l’effettiva protezione.

Nei giorni scorsi alcuni paesi europei, tra cui Italia, Francia, Germania ed Olanda, hanno firmato un accordo con la AstraZeneca, che produce il vaccino, per 400 milioni di dosi.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,586FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Pensioni, Conte: “Stop a Quota 100”. Apertura a nuove riforme

Il presidente del Consiglio, intervistato al Festival dell'Economia di Trento, ha annunciato la fine di Quota 100...

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo o complementare, con diverse soluzioni...

Coronavirus nel mondo oggi 27 settembre, aumento dei casi in Europa

Aumento dei casi in Europa oggi 27 settembre, con la Spagna che ha il maggior numero di contagiati dall'inzio della pandemia. Negli...

Usa, Trump ha nominato Amy Coney Barrett alla Corte Suprema

Il presidente Trump, come annunciato, ha nominato Amy Coney Barrett come giudice della Corte Suprema, in sostituzione di Ruth Bader Ginsburg, morta...

Altri articoli