Inps, da ottobre il PIN non sarà più valido: sostituito da SPID

Il sistema SPID diventerà universale

Da leggere

Pavia, bambina in coma a 14 mesi: tracce di marijuana nelle urine

Una bambina è stata portata in coma nei giorni scorsi al Policlinico San Matteo di Pavia, dove...

Pensioni, Conte: “Stop a Quota 100”. Apertura a nuove riforme

Il presidente del Consiglio, intervistato al Festival dell'Economia di Trento, ha annunciato la fine di Quota 100...

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Dal primo ottobre il PIN INPS non sarà più valido, una rivoluzione digitale in ambito fiscale: milioni di cittadini che oggi utilizzano il PIN per accedere ai servizi online e telematici, dovranno richiedere lo SPID. Tutti i servizi della Pubblica Amministrazione e legati al Fisco saranno soggetti all’identità digitale dello SPID. Da ottobre l’Inps non rilascerà più i PIN per l’accesso ai servizi telematici, come la comunicazione della dichiarazione fiscale per gli autonomi ed altri adempimenti.

Il PIN INPS rimarrà solamente per chi non potrà utilizzare lo SPID, cioè minorenni ed extracomunitari. Il Governo ha fatto presente che il sistema SPID è già utilizzato da diversi anni e rispetta i regolamenti europei, quindi verrà uniformato il sistema pubblico per utilizzare una sola identità per autenticarsi.

Ne ha dato comunicazione la stessa Inps con la circolare nr. 87 del 17 luglio 2020, dove spiega che il passaggio sarà graduale e dunque dal primo ottobre 2020 chi utilizza il PIN INPS potrà continuare ad utilizzarlo per un certo limite di tempo. D’altro canto però non si rilasceranno da subito i PIN, portando la popolazione verso il sistema SPID. Chi ha un PIN INPS in scadenza potrà rinnovarlo fino alla fine della fase transitoria, per la quale ancora non c’è una data.

Anche i CAF ed i patronati dovranno adeguarsi al nuovo sistema, passando al sistema SPID per tutte le comunicazioni fiscali

SEGUICI SUI SOCIAL

4,586FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Pavia, bambina in coma a 14 mesi: tracce di marijuana nelle urine

Una bambina è stata portata in coma nei giorni scorsi al Policlinico San Matteo di Pavia, dove...

Pensioni, Conte: “Stop a Quota 100”. Apertura a nuove riforme

Il presidente del Consiglio, intervistato al Festival dell'Economia di Trento, ha annunciato la fine di Quota 100 dopo il triennio di sperimentazione....

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo o complementare, con diverse soluzioni...

Coronavirus nel mondo oggi 27 settembre, aumento dei casi in Europa

Aumento dei casi in Europa oggi 27 settembre, con la Spagna che ha il maggior numero di contagiati dall'inzio della pandemia. Negli...

Altri articoli