Carabinieri Piacenza, le lacrime dei militari: “Non pensavamo di arrivare a tanto”

Domani previsti gli interrogatori di garanzia

Da leggere

Recovery Fund, Conte: “Bisogna andare veloci”

Il premier Conte è tornato sul tema del Recovery Fund, chiedendo rapidità alla Commissione europea ed agli...

Due senatori del M5S positivi al coronavirus. Stop ai lavori in Parlamento

Due senatori del gruppo del Movimento 5 Stelle sono risultati positivi al coronavirus. Si tratta di Francesco...

Coronavirus, primo test negativo per il Napoli

Il Napoli ha effettuato il test da coronavirus su tutta la squadra, dopo le 14 positività che...

Acquisti

Migliore stufa elettrica 2020: prezzi e guida all’acquisto

Con l'arrivo della stagione invernale, sono molte le persone che scelgono una stufa elettrica come riscaldamento alternativo...

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

A poche ore dagli arresti dei carabinieri di Piacenza iniziano ad emergere ulteriori dettagli sull’inchiesta. Secondo quanto riportato dai finanzieri che hanno effettuato gli arresti nella giornata di mercoledì, i militari che sono stati svegliati all’alba non si aspettavano di essere arrestati. “Non abbiamo mai intascato un euro”, questa una delle versioni che sono state date ai finanzieri. Alcuni avrebbero pianto secondo le ricostruzioni dei finanzieri.

Proprio sul fattore emotivo puntano gli inquirenti, con gli interrogatori previsti di alcuni dei carabinieri arrestati, Angelo Esposito, Salvatore Cappellano, Daniele Spagnolo, Giacomo Falanga, che potrebbero decidere di collaborare. Se qualche militare decidesse di collaborare potrebbero arrivare maggiori dettagli oltre le prove già acquisite dagli inquirenti, che ritengono “solida” l’inchiesta, con intercettazioni, fotografie e audio ambientali.

Il carabiniere che ha mostrato un atteggiamento più sereno è stato Giuseppe Montella, già noto all’opinione pubblica per le molte auto di proprietà e per la vita che conduceva, al di sopra delle possibilità con uno stipendio da militare. Domani si terrà l’interrogatorio di garanzia, con il suo legale, Emanuele Solari, che lo ha già incontrato.

L’obiettivo degli inquirenti sarà quello di capire se ci sono degli innocenti in carcere, a causa dei molti arresti “falsi” effettuati dai militari.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,593FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Recovery Fund, Conte: “Bisogna andare veloci”

Il premier Conte è tornato sul tema del Recovery Fund, chiedendo rapidità alla Commissione europea ed agli...

Due senatori del M5S positivi al coronavirus. Stop ai lavori in Parlamento

Due senatori del gruppo del Movimento 5 Stelle sono risultati positivi al coronavirus. Si tratta di Francesco Mollame e Marco Croatti, che...

Coronavirus, primo test negativo per il Napoli

Il Napoli ha effettuato il test da coronavirus su tutta la squadra, dopo le 14 positività che hanno colpito il Genoa. Il...

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 30 settembre, salgono i nuovi casi (+1.851) e le terapie intensive

I dati di oggi 30 settembre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei giorni scorsi c'è...

Altri articoli