Diventa un caso il bonus da 600 euro per i 5 deputati. Di Maio: “Fuori i nomi dei furbetti”

Caos tra maggioranza ed opposizione sul "caso furbetti" per il bonus da 600 euro

Da leggere

Il ministro Spadafora: “Mille spettatori agli eventi sportivi”

Ci sarebbe una svolta per quanto riguarda gli eventi sportivi, con il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora,...

Coronavirus nel mondo oggi 19 settembre, aumentano i casi in Europa e Usa

Sono in aumento i casi in Europa, con la Francia che supera i 13 mila casi, anche...

Lega, operazioni sospette nel mirino di Bankitalia: “Fondi al partito”

Si evolve la situazione legata ai fondi della Lega, emersa nelle ultime settimane con l'inchiesta sulla Lombardia...

Acquisti

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Migliore lavasciuga 2020: opinioni e guida all’acquisto

Con l'avvento delle asciugatrici casalinghe qualche anno fa, il mercato è diventato denso di offerte di nuovi...

Miglior Monopattino Elettrico 2020, confronto e guida all’acquisto

Il Governo ha confermato il Bonus Mobilità fino a 500 euro per l'acquisto dei veicoli ecologici e...

Il caso emerso questa mattina da un’indagine dell’Inps, sul bonus da 600 euro richiesto da 5 deputati, ha generato un caos istituzionale e politico, con opposizioni e maggioranza che chiedono i nomi dei parlamentari. La segnalazione era stata effettuata dalla direzione centrale Antifrode, istituita dal presidente dell’Inps, Pasquale Tridico. L’Inps precisa che i 5 parlamentari avevano diritto a richiedere il bonus da 600 euro e non ci sarebbe l’ipotesi di reato.

Di Maio: “Fuori i nomi dei furbetti”

Non ci va leggero il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che con un post su Facebook ha “chiesto giustizia” in merito al bonus di 600 euro che è stato incassato da cinque parlamentari. “Oggi arriva la notizia che 5 poveri furbetti che durante la pandemia hanno avuto il coraggio di richiedere il bonus di 600 euro destinato ai lavoratori autonomi”, questa la posizione di Di Maio, che chiede i nomi dei parlamentari. “La Repubblica”, nel dare la notizia, aveva parlato di un parlamentare “noto conduttore televisivo” coinvolto nell’indagine, il che farebbe pensare a Gianluigi Paragone, ex M5S, che non ha rilasciato commenti a riguardo.

Sulla questione ha parlato anche Zingaretti, segretario del PD, che ha pubblicato un post su Facebook: “Posso dire che è una vergogna?”, questa la posizione del Partito Democratico sulla vicenda. La definisce una vergogna anche il presidente della Camera, Roberto Fico.

Salvini: “Se qualcuno ha incassato, il Governo ha sbagliato”

Accuse anche dalle opposizioni, con Salvini che fa notare come la norma fosse scritta male se un parlamentare dal reddito di 12 mila euro al mese è riuscito a richiedere il bonus da 600 euro.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,583FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Il ministro Spadafora: “Mille spettatori agli eventi sportivi”

Ci sarebbe una svolta per quanto riguarda gli eventi sportivi, con il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora,...

Coronavirus nel mondo oggi 19 settembre, aumentano i casi in Europa e Usa

Sono in aumento i casi in Europa, con la Francia che supera i 13 mila casi, anche se con un numero di...

Lega, operazioni sospette nel mirino di Bankitalia: “Fondi al partito”

Si evolve la situazione legata ai fondi della Lega, emersa nelle ultime settimane con l'inchiesta sulla Lombardia Film Commission e la vendita...

Usa, morta Ruth Bader Ginsburg, giudice icona liberal della Corte Suprema

Lutto negli Stati Uniti per la morte di Ruth Bader Ginsburg, giudice della Corte Suprema. Aveva 87 anni ed era malata di...

Altri articoli