Bielorussia, Tikhanovskaya: “Pronta ad assumere la leadership”. No di Lukashenko a nuove elezioni

Continuano le proteste in Bielorussia per chiedere l'annullamento delle elezioni

ACQUISTI

In Bielorussia la situazione si fa più tesa tra il presidente Alexander Lukashenko e la candidata delle opposizioni Svetlana Tikhanovskaya, che ha rivendicato la leadership del Paese, dopo le proteste di ieri con migliaia di persone scese in piazza a Minsk contro il presidente eletto. Si chiedono nuove elezioni, visto che quelle appena concluse non si considerano valide, con la vittoria con l’80% dei consensi del presidente uscente, al sesto mandato. Percentuali simili a quelle con cui viene eletto Vladimir Putin, che nelle ultime ore si è detto pronto a farsi garante della sicurezza in Bielorussia, anche con intervento militare.

La comunità internazionale non ha riconosciuto il risultato, ma Lukashenko può contare sul sostegno di Putin. Nel video che ha pubblicato la candidata dell’opposizione oggi, si dice pronta a prendere la guida del paese “per calmare la situazione ed organizzare nuove elezioni politiche”. Arrivato anche il “no” di Lukashenko a nuove elezioni, come chiesto dalle opposizioni.

Scioperi in tutta la Bielorussia

Intanto oggi sono andati in scena diversi scioperi nel Paese, come comunicato dal portale “Tut.by”. Alcuni dirigenti di aziende hanno incontrato i lavoratori, chiedendo che vengano messe per iscritto le loro richieste senza interrompere il lavoro. Le richieste sono lo stop alla violenza sui manifestanti e l’annullamento delle elezioni.

Anche la tv di Stato, la Belteleradiocompany ha effettuato uno sciopero alle ore 9 del mattino, mandando in onda per diversi secondi un divano vuoto.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus Lombardia, tutti i dati di oggi 27 settembre

I dati sul coronavirus in Lombardia di oggi 27 settembre sono stati forniti dalla Regione. Nei giorni scorsi c'è...
spot_img