Roma, doppio trapianto con un fegato grazie alla perfusione

Effettuato un doppio trapianto di fegato a Roma

Da leggere

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 settembre: continua aumento dei casi positivi (+1.786) e dei decessi (+23)

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 24 settembre sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Zanardi, San Raffaele: “Risponde agli stimoli”. Sottoposto ad intervento di ricostruzione facciale

Alex Zanardi risponde agli stimoli, questa la posizione del San Raffaele, che ha emesso un bollettino per...

Ibrahimovic è positivo al coronavirus

Secondo quanto riportato da alcuni media, Zlatan Ibrahimovic è positivo al coronavirus. Dopo il caso di Leo...

Acquisti

I migliori zaini da montagna 2020: recensioni e prezzi su Amazon

In questo periodo molte persone sfruttano la stagione per effettuare delle escursioni in montagna, ma spesso quello...

Migliori smartwatch 2020: opinioni e guida all’acquisto

Negli ultimi anni la vendita di smartwatch è aumentata in maniera esponenziale, con diversi dispositivi a seconda...

Migliore lavasciuga 2020: opinioni e guida all’acquisto

Con l'avvento delle asciugatrici casalinghe qualche anno fa, il mercato è diventato denso di offerte di nuovi...

Un grande successo nell’Ospedale Bambino Gesù di Roma, con il primo caso di doppio trapianto di fegato da un unico donatore, realizzato grazie alla perfusione epatica, che permette di dividere un singolo fegato in due. Il caso è stato pubblicato sulla letteratura scientifica ed ora sarà preso come d’esempio per i trapianti futuri.

Come spiegato dall’azienda ospedaliera, il fegato viene conservato in maniera più efficace ed infatti in uno dei due riceventi è stato impiantato dopo 16 ore dal trapianto, quando solitamente passano 8-10 ore.

Lo strumento utilizzato è la macchina di perfusione extracorporea, che viene utilizzata solitamente per il trapianto di organi interi. Per la conservazione la macchina fa circolare al suo interno la soluzione di conservazione fredda a cui viene aggiunto l’ossigeno (perfusione ipotermica) oppure sangue ossigenato (perfusione normotermica). Questo permette di allungare i tempi “fuori dal corpo” di un organo, determinante in un doppio trapianto.

Il fegato era arrivato dall’estero, diviso in due con la macchina di perfusione e così poter realizzare il doppio trapianto.

SEGUICI SUI SOCIAL

4,583FansLike
2,360FollowersFollow
390FollowersFollow

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 settembre: continua aumento dei casi positivi (+1.786) e dei decessi (+23)

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 24 settembre sono stati forniti dalla Protezione Civile via...

Zanardi, San Raffaele: “Risponde agli stimoli”. Sottoposto ad intervento di ricostruzione facciale

Alex Zanardi risponde agli stimoli, questa la posizione del San Raffaele, che ha emesso un bollettino per aggiornare sulle condizioni dell'ex pilota...

Ibrahimovic è positivo al coronavirus

Secondo quanto riportato da alcuni media, Zlatan Ibrahimovic è positivo al coronavirus. Dopo il caso di Leo Duarte, ora anche l'attaccante svedese...

Hong Kong, arrestato nuovamente Joshua Wong

Arrestato nuovamente Joshua Wong, uno dei leader delle proteste di Hong Kong. Le accuse sono di "assembramento illegale", come è stato comunicato...

Altri articoli