Scuola, il Veneto contro le mascherine: “Non saranno obbligatorie in classe”

Il Veneto mette in discussione la decisione del Cts

ACQUISTI

La Regione Veneto si oppone alle linee guida stilate dal Comitato tecnico-scientifico nella giornata di ieri, con la decisione di obbligare all’utilizzo della mascherina in classe i ragazzi sopra i 6 anni. L’assessora all’Istruzione della Regione, Elena Donazzan, ha fatto sapere che il Veneto non si adeguerà alla mascherina in classe: “Avere la mascherina durante le lezioni è una tortura. Siamo fortemente contrari e faremo di tutto affinché non sia la regola”, questa la posizione della Donazzan, in quota di Fratelli d’Italia.

L’assessora ha fatto sapere di aver condotto delle ricerche sul tema e di aver chiesto il parere degli esperti sui rischi sanitari. “La mascherina potrà essere utilizzata durante la ricreazione o nei momenti di assembramento, come l’ingresso e l’uscita dagli edifici scolastici”, ha concluso Elena Donazzan.

Le preparazioni per l’anno scolastico 2020/2021

Intanto prosegue la discussione nel governo sulle linee guida, con i banchi monoposto che ancora non sono stati aggiudicati dalla gara di inizio mese e che dunque difficilmente saranno disponibili per il 14 settembre, inizio dell’anno scolastico.

I genitori intanto stanno procedendo all’acquisto dei libri di testo di riferimento, dopo la pubblicazione delle liste per ogni istituto da parte del Miur. Molte famiglie acquistano i libri scolastici 2020/2021 su Amazon e sulle altre piattaforme online, che garantiscono tempi rapidi ed hanno la funzione interattiva di ricerca dei testi per ogni classe sul territorio italiano.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 giugno: mille casi positivi. Altri 28 morti

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 24 giugno sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img