Febbre del Nilo, un altro morto a Cremona

Un altro caso di febbre del Nilo a Cremona

ACQUISTI

Parallelamente al coronavirus nel Nord Italia sta divampando un’altra emergenza sanitaria, è quella della febbre del Nilo, che ha già fatto alcune vittime e che ha avuto i primi casi nel vicentino.

Un uomo di 80 anni è morto a Cremona, all’ospedale Maggiore, dopo essere stato ricoverato per la febbre del Nilo. Ne ha dato notizia il primario di Pneumologia dell’ospedale, Giancarlo Bosio. Un altro uomo di 70 anni era stato ricoverato dopo ferragosto ed è finito in terapia intensiva, mentre ora è nel reparto di pneumologia.

“Il paziente di 70 anni sta meglio e procederemo con la riabilitazione. Questo è il secondo malato per febbre del Nilo, chi era ricoverato prima di lui è morto”, ha dichiarato il primario Bosio.

In totale sono 11 i casi della zona di febbre del Nilo, alcuni pazienti anche in provincia di Lodi, una di quelle più colpite da coronavirus nei mesi scorsi.

Cosa è la febbre del Nilo

La febbre del Nilo si trasmette attraverso le zanzare, nota anche con la denominazione di West Nile Virus, fa parte della famiglia delle Flaviviridae. Di questo gruppo fa parte anche la febbre gialla e diversi virus dell’encefalite. È stata scoperta nel 1937 in Uganda, dove una donna soffriva di una febbre molto alta.

Sintomi

I sintomi della febbre del Nilo sono quelli di una comune febbre, che inizia dopo la puntura di una zanzara. Si ha così una temperatura molto alta ed anche in questo caso, come il Covid-19, non è curabile.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Xiaomi Mi 11 Lite in offerta su Amazon: prezzo abbassato del 20%

Nelle ultime ore è stato messo in offerta lampo su Amazon lo smartphone Xiaomi Mi 11 Lite, con uno...
spot_img