Istat, rivista al ribasso la stima del Pil: -12,8% nel secondo trimestre

Peggiormento delle stime di fine luglio

ACQUISTI

L’Istat ha rivisto al ribasso le stime sul Pil italiano del secondo trimestre, con una crisi economica che si fa sentire a causa del lockdown dei mesi scorsi. Il calo del Pil secondo l’istituto di Statistica è calato del 21,8% da aprile a giugno rispetto al primo trimestre, mentre del 17,7% rispetto al 2019.

La stima del 31 luglio dell’Istat vedeva un calo del 12,4% del Pil su base trimestrale, mentre rispetto al 2019 il calo era del 17,3%. Un peggioramento di quattro decimali rispetto alle stime iniziali.

Il ministro dell’Economia, Roberto Gualtieri, si attende un “forte rimbalzo” nel terzo trimestre, con il calo del Pil che è dovuto alla domanda interna ed al crollo dei consumi.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 giugno: mille casi positivi. Altri 28 morti

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 24 giugno sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img