Batterio killer, Zaia: “Infezione iniziata mesi fa, l’ospedale agisca”

Chiesti dei provvedimenti sui responsabili dell'infezione

ACQUISTI

Il governatore del Veneto, Luca Zaia, è tornato sul tema del batterio killer, individuato nelle ultime ore nei rubinetti dell’ospedale di Verona e responsabile dei decessi di neonati nei mesi scorsi. Ora Zaia chiede chiarezza da parte dell’azienda ospedaliera, visto che l’infezione è in atto da alcuni mesi.

“Siamo di fronte ad un’infezione ospedaliere delle più terribili, che si trascina da mesi se non da anni”, ha dichiarato Zaia. Si tratta del virus Citrobacter, che ha ucciso diversi neonati, con le famiglie che avevano denunciato i casi.

La Regione chiede interventi verso gli “attori della vicenda”, precisando che il Veneto non può fare nulla perché non si tratta di dipendenti regionali, ma che fanno riferimento direttamente all’azienda ospedaliera.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 24 giugno: mille casi positivi. Altri 28 morti

I dati sul coronavirus in Italia di oggi 24 giugno sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img