Venere, scoperte possibili tracce di vita

La presenza di fosfina nell'atmosfera ha generato interesse

ACQUISTI

Alcuni scienziati hanno trovato dei microorganismi che fluttuano a 53-62 chilometri di altezza dalla superficie di Venere, dove la temperatura è più mite rispetto al resto del pianeta. Infatti Venere è molto più vicino al Sole rispetto alla Terra e per questo la sua superficie è infuocata e non permette lo sviluppo di vita.

Questa versione è stata ipotizzata già da diversi anni, ma ora con le osservazioni portate avanti con il James Clerk Maxwell Telescope alle Hawaii e da un centro in Cile. I ricercatori hanno individuato nell’atmosfera di Venere la presenza di fosfina, una sostanza che non si sarebbero aspettati di trovare, perché dovrebbe degradare rapidamente.

Per ora non c’è una risposta chimica o fisica alla presenza della fosfina, nessun fenomeno noto è in grado di spiegare la sua presenza. Ci sono due possibili strade: o si tratta di un fenomeno naturale che non è noto, oppure c’è un’origne biologica. Sulla Terra la fosfina è prodotta da batteri anaerobici.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus nel mondo oggi 19 settembre, salgono i casi negli Stati Uniti

Sono in crescita i casi positivi negli Stati Uniti, a causa della variante Delta, con 43 milioni di contagiati...
spot_img