Coronavirus, studio britannico: “Anticorpi decadono in tre mesi”

Uno studio del Regno Unito parla di tre mesi di durata per gli anticorpi

ACQUISTI

Secondo uno studio britannico gli anticorpi da coronavirus decaderebbero in circa tre mesi. Durante un’osservazione di alcune persone che avevano gli anticorpi, si è rilevata una diminuzione nel 26,5%, con il passaggio dal 6% della popolazione al 4,4%.

Lo studio è stato realizzato dall’Imperial College, in coordinamento con Ipsos Mori, con una ricerca andata avanti dal 20 giugno al 28 settembre, durante la quale sono state selezionate a caso 365 mila persone, testate per controllare la presenza di anticorpi.

I risultati hanno mostrato che il 6% delle persone aveva gli anticorpi alla fine di giugno, ma all’inizio di settembre questa percentuale era scesa al 4,4%.

Inoltre si è spiegato che le persone asintomatiche hanno una probabilità maggiore di perdere rapidamente i loro anticorpi, rispetto a chi ha manifestato sintomi.

Questo studio fa credere che tutte queste persone possano essere ri-contagiate, proprio come accade con altri coronavirus simili, come il raffreddore.

Esclusa immunità di gregge

Le ipotesi di immunità di gregge in queste condizioni svaniscono, impossibile raggiungere il 60% della popolazione con gli anticorpi che decadono dopo tre mesi.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus nel mondo oggi 21 giugno, salgono i casi in Regno Unito

Sono in crescita i casi in Regno Unito, con l'arrivo della variante Delta come è stato annunciato nelle ultime...
spot_img