Impianti Sci, le proteste per la chiusura del Governo. A rischio 120 mila posti di lavoro

Proteste degli operatori del settore degli impianti sciistici

ACQUISTI

Il Governo starebbe per varare uno stop alle attività sciistiche per quest’anno, a causa della pandemia da Covid-19 e per le norme di contrasto alla diffusione del virus. Le associazioni degli operatori che hanno degli impianti sciistici protestano contro la decisione del Governo.

Ha parlato Valeria Ghezzi, presidente dell’Anef, associazione degli operatori funiviari italiani, che parla di 120 mila posti di lavoro a rischio se si chiuderà tutto il settore. Anche Federalberghi protesta, con il 30% del fatturato a Natale che sarebbe a rischio, con 12 miliardi di indotto che potrebbe non arrivare con le chiusure.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 20 gennaio: oltre 13 mila casi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 20 gennaio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...