Ue, Ungheria e Polonia confermano il veto sul Bilancio. Stop al Recovery Fund

Rimane il veto di Ungheria e Polonia

ACQUISTI

Ungheria e Polonia mantengono la loro posizione sul Bilancio Ue, con il premier polacco, Mateusz Morawiecki, che ha scritto una lettera alla Commissione nella quale si esprimono le criticità alla condizione sullo stato di diritto per accedere ai fondi europei.

Il veto dunque rimane per quanto riguarda Ungheria e Polonia, con l’incontro nella giornata di ieri tra il premier polacco e quello ungherese, Viktor Orban. I due hanno ribadito la loro posizione, chiedendo che venga tolta la clausola sullo stato di diritto: “Gli Stati più indebitati ne faranno le spese”, ha dichiarato Orban, riferendosi anche all’Italia.

Per l’approvazione del Bilancio sono necessari i voti di Ungheria e Polonia, per ora la Commissione europea ha fatto sapere che la posizione sullo stato di diritto non cambia.

SEZIONI

Ultime notizie

Trump ha lasciato la Casa Bianca. Ultimo discorso: “Tornerò in qualche modo”

Seguito da molte telecamere, il presidente uscente Donald Trump ha lasciato la Casa Bianca ed è salito sul Marine...