Navalny, accuse alla polizia russa: “Ha preso una mia collaboratrice”

Navalny ha accusato il governo russo

ACQUISTI

Accuse di Alexei Navalny alla polizia russa, per l’arresto di una sua collaboratrice. Nei giorni scorsi Navalny aveva accusa il governo russo ed i servizi segreti di averlo avvelenato, dopo una chiamata nascosta ad un agente.

“L’hanno portata via per un interrogatorio”, queste le parole di Navalny su Twitter, dove ha denunciato l’accaduto. Si tratta di Lyubov Sobol, come è stato spiegato anche dalla portavoce di Navalny, con la polizia che sarebbe arrivata alle 7 del mattino.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 16 maggio: oltre 5 mila casi. Calano i morti

I dati di oggi 16 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img