Scuola, la ministra Azzolina: “Sì a ristori formativi. Stanno decidendo le regioni. La Dad crea disuguaglianze”

La ministra Azzolina ha criticato le regioni e la Dad

ACQUISTI

La ministra dell’Istruzione, Lucia Azzolina, è tornata a parlare della riapertura delle scuole, prevista inizialmente per il 7 gennaio e successivamente rinviata da molte regioni. Solo tre regioni hanno aperto ieri 11 gennaio (Toscana, Valle d’Aosta e Abruzzo), mentre il Trentino aveva aperto il 7 gennaio. Tutte le regioni hanno aperto al 50% in presenza.

“Decideranno le regioni quando riaprire, hanno il potere di farlo e lo stanno dimostrando. Come Governo abbiamo fatto tutto quello che poteva essere fatto”, questa la posizione della ministra Azzolina.

“La Dad è una misura che ho voluto fortemente a marzo 2020 ma è pensata per un arco temporale limitato, se prolungata porta a disuguaglianze”, ha detto la ministra.

SEZIONI

Ultime notizie

Francoforte, attacco con coltello: diversi feriti. Possibile terrorismo

La polizia di Francoforte ha comunicato un attacco con coltello, spiegando di aver fermato l'aggressore. Ci sarebbero diversi feriti,...