Scuola, il Tar della Lombardia boccia la Dad. Si va verso la didattica in presenza

La scuola in Lombardia potrebbe riaprire dopo la sentenza del Tar

ACQUISTI

Il Tar della Lombardia ha accolto il ricorso dei legali del comitato “A Scuola”, che chiedeva la sospensione dell’ordinanza del presidente Fontana di venerdì scorso, con la quale si imponeva la didattica a distanza al 100%. Il Governo ha varato un decreto nel quale si indica come si ripristina la didattica in presenza almeno al 50% dal 7 gennaio.

Il ricorso è stato esaminato dal Presidente del Tar, con un provvedimento che è stato motivato con problematiche tecniche e logistiche. Si critica la regione Lombardia, per aver superato le direttive statali e del sistema delle zone “a rischio”.

Inoltre la Regione non ha depositato il parere del Comitato tecnico-scientifico, come era stato richiesto dal Tar con un decreto di urgenza.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 aprile: 15 mila casi. Calano i morti

I dati di oggi 11 aprile sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...