Vaccini, il contratto della Pfizer cambiato due settimane fa: sei dosi per fiala

Il contratto è stato cambiato da alcune settimane

ACQUISTI

Secondo quanto è emerso nelle ultime dichiarazioni ufficiali di esponenti dell’azienda Pfizer, alcune settimane fa ci sarebbero stati dei cambiamenti nel contratto di fornitura. Quando l’Ema ha dato l’ok alla sesta dose per ogni fiala di Pfizer, questa dose è cambiata anche all’interno del contratto di fornitura.

Dall’8 gennaio è arrivato l’ok dell’Ema alla sesta dosi e per questo tutte le consegne sono state adattate al ricalcolo tra la situazione precedente, con 5 dosi per fiala e quella attuale.

In Italia si era parlato della sesta dose dopo pochi giorni dall’inizio della campagna vaccinale, con la soddisfazione del Governo che aveva fatto sapere che grazie all’utilizzo delle siringhe ad alta precisione era possibile ottenere una sesta dose. Ma dopo pochi giorni la stessa Agenzia del farmaco europea ha approvato la sesta dose per ogni fiala.

Inoltre c’è stato un rallentamento la scorsa settimana che ha riguardato gli impianti di produzione di Pfizer, con le dosi rimanenti che saranno recuperate nelle prossime settimane. I conteggi saranno fatti però sulle dosi totali e non sulle fiale consegnate, che andranno dunque a ridursi in prospettiva.

Il commissario straordinario Arcuri ha annunciato un ricorso per vie legali, dopo essersi rivolto all’avvocatura dello Stato.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 5 maggio: oltre 10 mila casi positivi. Salgono i tamponi

I dati di oggi 5 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img