Bologna, arrestati per droga i genitori del ragazzo della “citofonata” di Salvini di un anno fa

Arrestati i genitori del ragazzo protagonista della citofonata di Salvini

ACQUISTI

Sono stati arrestati per spaccio di droga i genitori del ragazzo di Bologna che aveva ricevuto la citofonata di Matteo Salvini, durante la campagna elettorale per le regionali in Emilia-Romagna.

L’arresto è avvenuto nel condominio di via Grazia Deledda, zona Pilastro a Bologna, dove un anno fa il leader della Lega, Matteo Salvini effettuò una citofonata che aveva fatto discutere, a casa di un presunto spacciatore. Ora il padre (59 anni) e la madre (58 anni) sono stati arrestati per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo è di origine tunisina, mentre la donna è nata in Svizzera. Nell’abitazione sono stati trovati anche soldi contraffatti ed armi.

Un anno fa la “citofonata” di Salvini fece scalpore in piena campagna elettorale. L’arresto è avvenuto ieri, a seguito di un controllo antidroga di un consumatore in strada. Nell’abitazione sono state trovate diverse sostanze: cocaina, marijuana e hashish, oltre che una bilancia di precisione per confezionare la droga.

SEZIONI

Ultime notizie

Svezia, attentato a Vetlanda: otto accoltellati. Confermato terrorismo

Un attacco terroristico in Svezia, nella città di Vetlanda, come è stato comunicato negli ultimi minuti dai media locali....