Coronavirus, Bologna verso la zona arancione scuro dal 27 febbraio

Dal 27 febbraio la provincia di Bologna sarà in zona arancione scuro

ACQUISTI

Ci potrebbero essere delle novità dopo il monitoraggio settimanale dell’Istituto Superiore di Sanità, con la città di Bologna che è sotto osservazione dopo l’aumento del numero dei contagi da coronavirus.

La provincia di Bologna diventerà zona arancione scuro dal 27 febbraio, mentre le scuole rimarranno chiuse dal 1 marzo. Questa decisione è stata presa nel pomeriggio, dopo l’aumento del numero dei casi positivi. Nella giornata di domani è atteso il nuovo report dell’indice Rt.

Questa ordinanza prevede la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine per 15 giorni, ad eccezione della materna e degli asili nido. Inoltre c’è la limitazione degli spostamenti da un Comune all’altro. Chiusi gli impianti sportivi, anche quelli all’aperto.

Nella giornata di ieri sono stati riscontrati 672 casi solo nella città di Bologna.

Cosa si può fare in zona arancione scuro

La zona arancione scuro è stata introdotta nelle ultime settimane, dopo l’aumento del numero dei contagi da coronavirus, anche a causa delle varianti.

Si può effettuare una visita giornaliera a gruppi di due persone in altre abitazioni dello stesso Comune. Per il resto sono consentiti solo spostamenti per motivi di lavoro, salute o necessità. Non si potrà uscire dal Comune anche se la popolazione è inferiore ai 5 mila abitanti.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 aprile: 15 mila casi. Calano i morti

I dati di oggi 11 aprile sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...