Pensioni anticipate 2021, critiche alla proposta di Quota 41 della Lega: penalizzazione al 25%

Entro il 2021 dovrà essere approvata una nuova legge sulle pensioni anticipate

ACQUISTI

Arrivano le prime critiche alle bozze di riforma delle pensioni attualmente in discussione, con il Ddl presentato da Claudio Durigon (Lega), che ha fatto emergere della criticità. Nelle scorse settimane è stato presentato il Ddl 2855 da Durigon, un disegno di legge che va a riprendere Quota 41 per poter andare a sostituire la Legge Fornero. Questa proposta, già analizzata e spiegata in questo articolo, ha però delle criticità in fatto di penalizzazioni economiche, le quali non erano presenti in Quota 100.

Quota 41 era già presente per i precoci, cioè per tutti i lavoratori che avevano 12 mesi di contributi accumulati prima dei 19 anni di età. Con queste legge per la pensione anticipata è possibile uscire dal mondo del lavoro con 41 anni di contributi, senza considerare il requisito anagrafico.

Penalizzazione tra il 25 ed il 30 per cento

Il principale problema che è stato evidenziato specialmente dai lavoratori precoci, che si vedranno sostituire la legge “Quota 41 precoci” con “Quota 41 per tutti”, i quali andranno a perdere il 25-30% dell’assegno mensile.

Questo è dovuto alla trasformazione dei contributi dal regime retributivo a quello contributivo, come già accade con “Opzione Donna”. Si tratterebbe dunque di un’opzione attuabile a discrezione del lavoratore, che potrà decidere se continuare a lavorare ed andare in pensione con la Legge Fornero, oppure se utilizzare Quota 41.

Per esempio, un lavoratore che dovrebbe andare a percepire 1000 euro con Quota 100, con il nuovo sistema potrebbe avere una decurtazione di 250-300 euro e finire con un assegno pensione da 700 euro.

Questa penalizzazione va a garantire la sostenibilità economica della riforma, in maniera tale da poterla renderla strutturale, a differenza di Quota 100, la quale aveva un costo di 4 miliardi l’anno ed un costo al 2028 di oltre 20 miliardi.

Disegno di legge ancora non discusso

Per ora rimane un disegno di legge, che dovrà essere discusso in Parlamento dalle forze politiche, specialmente quelle di maggioranza. Sicuramente andrà approvato prima della fine del 2021, quando scadrà Quota 100, come era già stato annunciato nei mesi scorsi, alla fine del triennio di sperimentazione.

SEZIONI

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 11 aprile: 15 mila casi. Calano i morti

I dati di oggi 11 aprile sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...