Inps, multa del Garante della Privacy: violati i dati per il “bonus Covid” dei politici

Multa di 300 mila euro per l'Inps dal Garante della Privacy

ACQUISTI

Il Garante della Privacy ha multato con 300 mila euro l’Inps per la questione legata al bonus Covid destinato ai politici.

“Uso di informazioni non necessarie rispetto alle finalità di controllo, ricorso a dati non corretti e inadeguata valutazione dei rischi per la privacy”, questa la posizione del Garante della Privacy sul caso che era emerso nel mese di agosto, dopo un controllo dell’Inps su chi aveva richiesto il bonus Covid ed era titolare di Partita Iva.

Erano uscite delle notizie sulla stampa legate ad alcuni politici che avevano richiesto il bonus Covid, da qui era partita anche l’istruttoria del Garante della Privacy.

Sono stati acquisiti i dati di migliaia di persone che ricoprono incarichi politici, con incroci di dati tra tutti quelli che avevano richiesto il bonus Covid. Questo è stato effettuato senza constatare se ai politici spettasse effettivamente quel beneficio.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Green Pass obbligatorio in tutti i luoghi di lavoro (pubblici e privati). Approvazione nel Cdm

Nella giornata di oggi è stato approvato in maniera unanime dal Consiglio dei Ministri il nuovo obbligo di Green...
spot_img