Caso Eni-Nigeria, tutti assolti perché il fatto non sussiste

Tutti gli imputati nel processo Eni-Nigeria sono stati assolti

ACQUISTI

Il Tribunale di Milano ha assolto tutti gli imputati nel processo per corruzione internazionale con al centro l’acquisto dei diritti di esplorazione petrolifera in Nigeria. In particolare il processo faceva riferimento ai diritti sul blocco petrolifero Opl245.

L’amministratore delegato di Eni, Claudio Descalzi, è stato assolto insieme al suo predecessore, Paolo Scaroni, attuale presidente del Milan.

Inoltre sono state assolte anche le due aziende imputate, Eni e Shell, come ha deciso il giudice Marco Tremolada. Soddisfazione del legale dell’amministratore delegato, Paola Severino: “Finalmente è stata restituita la reputazione professionale a Claudio Descalzi”.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 17 maggio: 3 mila casi positivi. Calo dei tamponi

I dati di oggi 17 maggio sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img