Vaccini, Pfizer: “Seconda dose è competenza delle autorità nazionali”

Pfizer consiglia di rimanere sui 21 giorni per la seconda dose

ACQUISTI

Dopo le polemiche della giornata di ieri sulla tempistica della seconda dose del vaccino anti Covid di Pfizer, oggi l’azienda precisa che non ci sono indicazioni a riguardo per i vari Paesi. Pfizer ieri aveva raccomandato i Paesi di rimanere sui 21 giorni indicati per la somministrazione della seconda dose.

“L’azienda si limita a riportare quanto emerso dagli studi sperimentali. Le raccomandazioni su regimi di dosaggio alternativi sono di competenza delle autorità sanitarie”, questa la nota di Pfizer.

Lo stesso Franco Locatelli, presidente del Cts, conferma la posizione sugli oltre 40 giorni di tempo dopo la prima dose: “Non diminuisce l’efficacia del vaccino con la seconda dose a 42 giorni”, ha dichiarato questa mattina in risposta all’azienda Pfizer.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus Lombardia, tutti i dati di oggi 24 giugno

I dati di oggi 24 giugno sul coronavirus in Lombardia sono stati forniti dalla Regione. Nei giorni scorsi c'è...
spot_img