Usa, il consulente sul Covid in Cina accusa: “Uscito da un laboratorio di Wuhan”

Secondo il consulente il coronavirus sarebbe uscito da un laboratorio per errore

ACQUISTI

L’accusa arriva dall’ex consulente americano responsabile delle indagini sulla nascita del coronavirus in Cina, David Asher, a capo delle operazioni da settembre 2020 a gennaio 2021. Secondo quanto riportato dal quotidiano “Repubblica”, si torna all’ipotesi di un’origine accidentale del coronavirus, fuoriuscito da un laboratorio.

Alla base della teoria ci sarebbero diversi dipendenti dell’Istituto di virologia di Wuhan che si sarebbero ammalati a novembre 2019, con sintomi simili a quelli dell’influenza o del Covid. Tre sarebbero stati ricoverati, come emerso anche nelle ultime settimane dalle notizie pubblicate negli Stati Uniti.

“La fuga del virus dal laboratorio non è certa al 100%, ma al momento è l’unica coerente con le informazioni che abbiamo”, ha dichiarato Asher.

spot_img

SEZIONI

spot_img
spot_img

Ultime notizie

Coronavirus, Bollettino Protezione Civile 19 ottobre: oltre 2 mila casi positivi. Altri 70 morti

I dati di oggi 19 ottobre sul coronavirus in Italia sono stati forniti dalla Protezione Civile via web. Nei...
spot_img