Ecco le vitamine che fanno bene al cervello: la classifica delle principali 3

Il concetto di assimilare nutrienti da cibi ed integrazione, in particolare elementi come le vitamine appare quantomeno “fondamentale” nella maggior parte dei casi, condizione di assoluta necessità in ogni specifico caso, e per ogni settore dell’organismo anche se tutte vanno ovviamente “bypassate” attraverso anche il nostro cervello che ha particolari vantaggi nell’assimilare questi nutrienti così preziosi di tipologie molto distinte. Esistono infatti delle particolari forme di vitamine che fanno particolarmente bene al nostro cervello.

Scoprirlo non è così banale o facoltativo, in quanto identificano nella maggior parte dei casi una ricerca vera e propria di elementi che permettono alla nostra “centralina di comando” una funzionalità non solo efficiente ma anche in grado di rinnovarsi.

Quasi tutte le vitamine se assimilate nella quantità giusta, hanno un impatto importante sul nostro cervello: proviamo a scoprire quali riescono a farlo più di altre.

Ecco le vitamine che fanno bene al cervello: la classifica delle principali 3

Fanno parte della “famiglia” delle vitamine tutte quelle strutture che naturalmente non possono essere “prodotte” dall’organismo stesso per la propria sopravvivenza e che anche attraverso il cibo o l’integrazione alimentare non “resistono” a lungo nell’organismo essendo nella maggior parte dei casi di tipo liposolubile ossia si sciolgono in sostanze acquose.

Tra le più diversificate spicca il gruppo delle vitamine B, legate proprio all’apprendimento, alla capacità deduttiva ma anche alla memoria, contesto che ovviamente “riguarda tutti”, corrispondendo ben 8 tipologie del gruppo B che evidenzia anche se ben assimilate, consentono all’organismo di regolarizzare la produzione di energia convertendola dagli alimenti ed anche di avere una buona capacità di eliminare lo stress. Sono le B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B3 (niacina), B5 (acido pantotenico), B6 (piridossina), B8 (biotina), B9 (acido folico), e B12 (cobalamina), e si trovano in tantissime forme di vegetali e frutta, ma anche in legumi, uova, prodotti di origine animale come il latte ed in alcuni cereali.

Essenziale per la nostra mente è la rinomata Vitamina C che viene spesso legata a contesti di benessere del corpo ma ha anche una funzione per il cervello fondamentale in quanto si occupa della gestione dei neurotrasmettitori, migliorando la capacità di concentrazione ed influenzando anche l’ormone del buonumore. Si trova ovviamente negli agrumi ma anche in verdure a foglia larga oppure ortaggi come spinaci, broccoli, pomodori ed i peperoni.

La vitamina D può essere la più difficile da acquisire dal cibo visto che si trova in vari elementi come quelli di origine ittica (come il pesce) ed in misura minore anche in alimenti vegetali o animali. Ma è importante acquisirla in modo specifico dai raggi solari. E’ essenziale per lo sviluppo cognitivo.

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy