Morto Stefano Delle Chiaie, accusato di partecipare alla strage di Bologna

Scomparso l'ex esponente di Avanguardia Nazionale, Stefano Delle Chiaie

morto stefano delle chiaie estrema destra

È morto Stefano Delle Chiaie, accusato di concorso in strage nell’attentato terroristico di Bologna. Era esponente dell’estrema destra e vicino al Movimento Sociale Italiano, fondatore di Avanguardia Nazionale. Si è spento all’ospedale Vannini all’età di 83 anni.

Era nato a Caserta nel 1936 ed ha vissuto molti anni da latitante, fino al 27 marzo 1997 quando fu catturato a Caracas. Era stato assolto per insufficienza di prove. Nonostante l’età era ancora attivo a livello politico, all’interno di Avanguardia Nazionale, che nei mesi scorsi si era resa protagonista di un’aggressione al Verano a due giornalisti de L’Espresso.

Stefano Delle Chiaie è rimasto in Sud America per molti anni, collaborando anche con la dittatura boliviana degli anni Ottanta. Dopo essere tornato in Italia nel 1997 dal Venezuela fu processato per le stragi, assolto in primo e secondo grado. Nel 1991 aveva aperto una tv ufficiale di Avanguardia Nazionale, dove sono intervenuti negli anni molti esponenti di estrema destra.