Morto Filippo Penati, ex presidente della Provincia di Milano

È scomparso dopo una lunga malattia Filippo Penati, ex dirigente del Partito Democratico

morto filippo penati malattia

È morto Filippo Penati, 66 anni, storico dirigente del Partito Democratico e presidente della Provincia di Milano dal 2004 al 2009. Era malato da tempo, come aveva lui stesso ammesso nel mese di luglio, quando aveva reso pubblica la sua malattia: “Il cancro è la mia sfida”, queste le parole che aveva utilizzato nel luglio scorso. Filippo Penati fu anche sindaco di Sesto San Giovanni per due volte, città dove è morto per il suo ricovero legato alla malattia al Multimedica. Durante la segreteria di Bersani fu nominato capo della segreteria, mentre nel 2011 fu coinvolto in uno scandalo di tangenti nella provincia di Milano, reato per il quale fu assolto ed in parte prescritto.

Sempre nel mese di luglio 2019 fu condannato dalla Corte dei Conti della Lombardia per la compravendita delle azioni Milano-Serravalle (15%) dal gruppo Gavio, che risaliva nel 2005. Fu in questa occasione che rivelò la sua malattia: “Un anno fa mi è stato diagnosticato un tumore, i medici concordano che questa malattia è anche conseguenza della vicenda giudiziaria. Questa della malattia è la sfida più importante della mia vita, mentre della vicenda Milano-Serravalle si occuperanno i miei legali”.

Aveva iniziato la sua carriera politica nel 1985, come assessore per il Partito Comunista nel comune di Sesto San Giovanni, dove aveva la residenza e dove fu eletto nel 1994 per la prima volta. Nel 2010 era il candidato del centrosinistra per la presidenza della Lombardia, perse le elezioni ma entrò nel Consiglio regionale, dove rimase fino al 2012, quando si dimisero molti consiglieri regionali in seguito allo scandalo di Formigoni. In quel momento viene annunciato il suo ritiro dalla politica, per affrontare anche le indagini giudiziarie nelle quali era stato coinvolto in quegli anni.